Blog

Home  /  tecnologia   /  Buon trentesimo compleanno, Internet!

Buon trentesimo compleanno, Internet!

Il 30 aprile 1986 Stefano Trumpy, Luciano Lenzini e Antonio Blasco Bonito si sono collegati ad Internet dal Centro universitario per il calcolo elettronico (CNUCE) di Pisa. Da quel giorno, che sembra ormai così lontano, oggi sono trascorsi 30 anni.

Come spesso accade per le grandi invenzioni, così è accaduto per Internet; inizialmente concepito e utilizzato solo a scopo militare e allargato poi ad alcune università, nessuno aveva idea della portata rivoluzionaria che rappresentava.

Nonostante l’Italia sia stata pioniera nell’utilizzo di questa nuova tecnologia, estenderla poi a tutto il territorio è stato un processo complesso e molto più lungo rispetto ad altri paesi; tra i motivi principali vi è la conformazione del territorio, poiché oltre 50% dei comuni ha meno di 15mila abitanti e la popolazione, distribuita a macchie, non ha incentivato gli operatori a fare grandi investimenti.

Oggi, la popolazione italiana è divisa a metà; come dichiarato dall’Onorevole Stefano Quintarelli, che nel 1994 ha partecipato al lancio del primo provider italiano per il mercato professionale, “in molte zone c’è più offerta che domanda, c’è più infrastruttura di quanto il mercato ne chieda. Non la sfruttiamo perché siamo anziani, non parliamo inglese. Prima dei 55 anni abbiamo una penetrazione e un uso di Internet superiore alla media europea. Sopra i 55 anni i numeri crollano, abbiamo una fetta di popolazione che rappresenta gli esclusi digitali. Governo e imprese devono fare ognuno la propria parte e la scuola, con il piano digitale, deve aiutare a vincere la sfida della cultura, perché chi è digital-diviso culturalmente lo è a casa e al lavoro. Bisogna anche insegnare ai docenti come usare le tecnologie a supporto della didattica con nuove metodologie. Le aziende devono capire che, quando si parla di internet, il passato non è più una linea che traccia il futuro. Cambiano i modi di interagire con clienti, fornitori e collaboratori e cambia il modo di fare mercato. Per questi motivi chi fa impresa deve adottare un’altra mentalità».

Una cosa è certa, nonostante Internet non sia stato individuato immediatamente come la rivoluzione del secolo, oggi senza di lui molti di noi si troverebbero spaesati e perduti; ha creato posti di lavoro, ha accorciato le distanze fisiche e, sicuramente, otterrà ruoli sempre più importanti nella vita di tutti i giorni.

In occasione dell’Internet Day, domani TIM regalerà 1GB di traffico dati 4G a tutti i suoi clienti, da spendere in Italia fino alla mezzanotte del giorno successivo all’attivazione