Blog

Home  /  Blog   /  Customer engagement: come migliorarlo con gli analytics
Analytics: come migliorare il customer engagement

Customer engagement: come migliorarlo con gli analytics

Un utilizzo avanzato degli analytics può migliorare il customer engagement – e non solo. Lo rivela l’annuale ricerca annuale del MIT Sloan Management Review: scoprine di più con noi!

«The 2018 Data & Analytics Global Executive Study and Research Project» è il progetto di ricerca annuale realizzato dal MIT sul tema del rapporto tra le aziende e l’utilizzo degli analytics – ricerca condotta su un campione di 1.919 professionisti e manager di aziende di tutto il mondo. Eccone i principali risultati!

Trasformare dati in informazioni utili e rilevanti per il business (o insights) è una delle maggiori fonti di vantaggio competitivo attualmente a disposizione delle aziende. Il mondo degli analytics è in continua evoluzione.

Il marketing è indubbiamente l’area che maggiormente beneficia del supporto degli analytics. Le informazioni, riportate sotto forma di insights, possono avere un impatto positivo sia sui sistemi di misurazione che sul coinvolgimento degli utenti – il cosiddetto customer engagement.

Grazie alla nascita di piattaforme e strumenti sempre più user friendly, il mondo degli analytics è sempre maggiormente improntato all’accessibilità; d’altra parte, però, la complessità della gestione dei dati (e dei loro relativi formati) presuppone un approccio ad alto tasso di professionalità.

Dopo una flessione tra il 2014 e il 2015, la percentuale di intervistati che afferma di ottenere un vantaggio competitivo dall’adozione degli analytics è in crescita per il 3° anno consecutivo.

Nell’ottica delle imprese, il vantaggio competitivo che se ne può conquistare riguarda essenzialmente tre fattori:

  • la capacità di posizionamento nel mercato rispetto ai competitors;

  • il miglioramento dell’engagement e delle relazioni con i propri clienti:

  • la capacità di costruire dei modelli di analisi dei comportamenti d’acquisto dei consumatori.

Il quadro che emerge dal report presenta gli analytics come una componente vitale per le aziende. Il vantaggio competitivo va di pari passo al livello a cui la “cultura del dato” permea l’intera organizzazione.

L’analisi approfondita dei dati è in grado di influenzare positivamente le relazioni fra azienda e clienti. Dalla ricerca emerge infatti che chi fa un uso avanzato degli analytics acquisisce un vantaggio sul mercato, diventando in grado di offrire prodotti e servizi “tagliati” sulle esigenze reali e concrete dei consumatori.

Un’organizzazione realmente competitiva deve essere in grado di combinare i dati provenienti dai clienti con quelli ricavabili da fornitori e competitors. Più gli insights utilizzati combinano differenti fonti di dati, maggiore sarà il loro valore.
E non solo: i dati possono essere tratti da mobile, social o informazioni pubbliche. La capacità di interpretare gli analytics in maniera integrata è una fonte primaria di vantaggio competitivo.

Inoltre, condividere i risultati delle proprie analisi può essere una strategia vincente. Le aziende più propense alla condivisione delle proprie informazioni hanno riscontrato un aumento della loro influenza – non solo nei confronti dei propri clienti – guadagnando in autorevolezza e credibilità.

Il marketing data-driven è senza dubbio tra le opportunità più interessanti per le aziende che vogliano porsi in un’ottica orientata al futuro. Per scoprire tutte le novità che il fronte digital riserva… continuate a seguirci!