Blog

Home  /  tecnologia   /  LinkedIn: uno spazio PROFESSIONALE!

LinkedIn: uno spazio PROFESSIONALE!

Siamo circondati dal proliferare, quasi ogni giorno, di diversi social network, più o meno famosi ed efficaci. E allora sorge spontaneo chiedersi: dove dobbiamo essere presenti? Partendo dal presupposto che non dobbiamo essere necessariamente presenti ovunque, ormai nel mondo del lavoro la propria e-reputation conta sempre di più. Sì, perché sta diventando un’abitudine consolidata controllare la vita online delle persone che si devono assumere, dei propri collaboratori o dipendenti.

LinkedIn, recentemente acquistato da Microsoft per 26,2 miliardi di dollari, si fa strada come il social del mondo del lavoro. Il suo obiettivo è la creazione di una rete professionale per lo sviluppo di contatti che possano creare opportunità nuove di lavoro e di conoscenza. Essere presenti con il proprio profilo personale, e magari con la pagina della propria azienda, su questo social, può essere davvero interessante per farsi conoscere professionalmente e ampliare la propria rete. Cerchiamo di capire come sviluppare un profilo professionale, adatto a questo spazio.

LinkedIn

#Una foto profilo discreta

Evitate i selfie, o meglio evitate di impostare come foto profilo un’immagine di voi che mandate un bacio o fate una smorfia. Questo suggerimento vale anche per gli altri social, ma, se proprio volete sfogarvi con i selfie divertenti, evitate la foto del profilo. Su LinkedIn, mai! Il motivo di questo consiglio è che potrebbero non prendervi sul serio. Certo, nessuno può giudicarvi dalla vostro foto, ma nel mondo del lavoro si sa che conta molto la prima impressione. Evitate anche foto in compagnia, sfuocate o con un drink in mano.

#Fate sapere di cosa vi occupate

Un utente che deciderà di visualizzare il vostro profilo, per prima cosa, leggerà le informazioni di contatto. Scrivete quello che sapete fare o che avete fatto. Non accennate alla vostra ricerca di lavoro o attesa di un lavoro, dovrete puntare su ciò che potete offrire e che sapere fare! Le aziende che cercano il profilo giusto su LinkedIn non lo fanno perché selezionano coloro che sono senza lavoro, ma perché mirano ad individuare le persone che si occupano di ciò di cui hanno bisogno. Approfondite le vostre competenze ed esperienze pregresse, ovviamente sempre in modo veritiero ed onesto. Nel mondo dei social è facile smascherare le bugie e dopo non viene dimenticato nulla. Se volete, potete osservare profili di successo e prendere spunto per le informazioni da offrire.

#Cercate di ottenere conferme di competenze e segnalazioni

Ciò non significa andare alla ricerca di persone che confermino il vostro profilo. Tutto deve essere spontaneo e veritiero. Piuttosto provate voi, per primi, a segnalare una persona valida con cui avete lavorato o collaborato. É molto probabile che veniate ricambiati con una buona opinione.

#Postate contenuti professionali

Vi consigliamo di non postare o condividere tutto quello che, semplicemente, vi piace. Ricordiamo che LinkedIn è una piattaforma per il lavoro, quindi postate contenuti e articoli inerenti al vostro ambito o alla vostra azienda. Darete l’impressione di persone credibili, realmente interessate al vostro campo.

E adesso? Cominciate ad aprire un profilo LinkedIn, se ancora non lo avete fatto: scoprirete un mondo che vi aprirà a nuove opportunità di lavoro. Se, invece, possedete già un profilo, controllate di aver rispettato queste semplici regole, e chissà se, dietro l’angolo, c’è qualcuno che sta cercando proprio voi!