Blog

Home  /  Blog   /  Start up innovative: il sito web è un must!

Start up innovative: il sito web è un must!

Molte start up innovative basano la propria funzionalità su supporti tecnologici avanzati, ma lo studio pubblicato da una di loro mette in dubbio la loro effettiva efficacia in rete: il report di Instilla denuncia una falla nella comunicazione… l’innovazione è reale?

Parlare di start up innovative è ormai argomento all’ordine del giorno: la presenza di fondi d’investimento (e di grandi aziende in cerca d’idee) ha favorito la nascita di molte piccole aziende formate da giovani (tendenzialmente under 30) desiderosi di dimostrare il proprio talento e la grandezza dei loro sogni. Ma… gli autori del report di Instilla hanno fatto le pulci alle aziende registrate come start up innovative iscritte al Registro delle Camere di Commercio al 31 dicembre 2015: l’innovazione dovrebbe andare a braccetto con una elevata visibilità su Internet…

…e invece pare che meno del 60% delle sedicenti aziende abbia un sito Internet, e che solo il 42% sia aggiornato e funzionale. Dato ancora più rilevante per capire il quadro della situazione: meno del 30% di queste “start up innovative” ha un sito che abbia passato il Google Mobile Friendly Test ciò significa non solo una notevole lacuna nell’ottimizzazione SEO, ma una scarsissima attenzione a quello che è il supporto elettivo delle start up per eccellenza – lo smartphone stesso.

Risulta difficile immaginare un quadro in cui una start up possa generare reale innovazione senza essere visibile su Internet e, seppur il numero di start up formalmente registrate non sia un dato esaustivo per misurare il grado d’innovazione delle imprese, resta da chiedersi se queste realtà abbiano fatto i conti con i numeri giusti e sappiano comunicare nel modo giusto con il proprio pubblico di riferimento.

Le start up innovative non possono pensare di esserlo solo a parole… e dimostrarlo con i fatti, senza una solida ed impeccabile reputazione sul web, risulta essere quasi anacronistico. C’è da dire che fare lo “startupper” non è davvero cosa da poco, è un percorso che richiede coraggio e dedizione e non basta creare un sito per aver successo nella web economy – specialmente quando la Rete ti mette in competizione diretta con uno scenario che supera i confini nazionali per abbracciare l’intero pianeta in tempo reale e senza pause concesse. Per avviare start up innovative servono i giusti contatti con investitori, partner e – soprattutto – clienti, bisogna avere competenze specifiche e organizzare un team di persone esperte per garantire all’utente finale un’esperienza completa e performante.

Sarà il mercato a dire chi ha ragione? Certo è che le start up innovative hanno parecchio da recuperare in termini di rintracciabilità… per generare innovazione al passo coi tempi, bisogna essere online e visibili!

(…se volete saperne di più in merito, contattate noi di Luna! Siamo anche noi una start up innovativa, e in prima linea sull’argomento: sia che il campo scelto sia B2B che B2C, potremo studiare la soluzione più adatta al pubblico di riferimento, proponendo lo sviluppo di portali web all’avanguardia con servizi di assistenza e manutenzione!)